mercoledì 3 aprile 2013

AUTOPRODURSI UNA PROPRIA IDEA SUI VACCINI


Un libro che TUTTI dovrebbero leggere sia che si abbia figli o no perchè il discorso vaccini interessa tutti. L'autore scrive con impeccabile rigore scientifico e senza essere fazioso o lasciarsi travolgere dalle emozioni spiega per filo e per segno con dati alla mano quella verità sui vaccini che le multinazionali di big pharma e i loro vassalli medici non ci diranno mai e poi mai. Proprio grazie alla chiarezza espositiva dell'autore questo testo è perfetto per chi ha la necessità di un supporto per comprendere e dare forza alle proprie scelte. Dovrebbe essere nelle biblioteche di tutte le case e se questo mondo andasse leggermente per il verso giusto libri come questo dovrebbero essere divulgati proprio da medici e pediatri che invece spesso sono succubi della logica criminale delle multinazionali della sofferenza.


Eugenio Serravalle, medico specialista in Pediatria Preventiva, Puericultura e Patologia Neonatale, da quasi trenta anni visita bambini e cerca di curarli "in scienza e coscienza". Per molti anni ha vaccinato i bimbi, convinto dell'utilità dell'immunizzazione di massa. 
Ma nel corso della sua attività ha avuto modo di incontrare bimbi non vaccinati, rendendosi conto che aveva accettato senza riserve e riflessioni il concetto secondo cui i vaccini sono sempre efficaci e sicuri. Iniziando a vedere questa pratica con occhi diversi, ha cominciato a porsi domande sulle vaccinazioni, cercando risposte non conformiste o obbedienti a logiche di routine, studiando quanto disponibile nella letteratura scientifica internazionale, mettendo a confronto dati e ricerche cliniche. 
Questo testo è la risposta di anni di studi, di riflessioni e di attento interesse pediatrico, per poter dare davvero la possibilità ai genitori di compiere scelte responsabili per la salute dei propri figli.


5 commenti:

  1. Consiglio questo sito sempre per poter fare scelte consapevoli, visto che si parla della salute dei propri figli. http://www.vaccinfo.it/ Grazie

    RispondiElimina
  2. Ciaooo!concordo al 100%...coincidenza...pure io ho dedicato un post alle vaccinazioni proprio oggi,seguo il Dott. Gava che lavora con Serravalle e trovo il loro lavoro estremamente utile e di aiuto per noi genitori,a volte poveri squali in questo mare di pirati!!un caro e solidale saluto
    Giorgia/Mammaeco

    RispondiElimina
  3. ciao !! complimenti per il blog !! ci conosciamo tramite Stefania :-) ...ti ho fatto un regalo, guarda qui: http://legioiedimoira.blogspot.it/2013/06/premibabbo-natale-arriva-tutto-lanno.html

    RispondiElimina
  4. Scusate, la prefazione di questo articolo dice che il medico "...scrive con impeccabile rigore scientifico e senza essere fazioso.." e due righe dopo si trovano frasi come....
    1)"..che le multinazionali di big pharma e i loro vassalli medici non ci diranno mai e poi mai.."
    2)".. medici e pediatri che invece spesso sono succubi della LOGICA CRIMINALE delle multinazionali della sofferenza.."

    Non vorrei essere polemico e rompere la vostra unita armonia ma a me dalla presentazione sembra fazioso eccome... Sono capitato in questo sito per caso, ho letto questo post e non ho potuto non rispondere..a dire il vero non ho neanche letto il libro che probabilmente sarà un bel lavoro vista l'esperienza dell'autore ma vorrei aggiungere che secondo me è ora di smetterla con questo terrorismo psicologico sui vaccini descrivendoli come fossero bombe al napalm....così si crea solo confusione soprattutto nei non addetti ai lavori e nelle mamme ansiose di oggi. I vaccini sono utili sia alla protezione del singolo individuo sia dal punto di vista etico e del senso civico sociale...non nego che in passato qualche multinazionale del farmaco abbia spinto la diffusione di vaccini poco utili per scopi puramente commerciali ma alcuni vaccini sono importantissimi e come dicevo prima non sono bombe al napalm ma sono assoloutamente innocui....vaccinate i vostri figli e non fatevi fregare da queste storielle. Il problema principale dei ragazzi di oggi sono le mamme ansiose non i vaccini...riflettete gente riflettete.

    Andrea

    RispondiElimina